croce rossa sassoferrato

Organizzazione di Volontariato

Croce Rossa sassoferrato Organizzazione di Volontariato

Garanzia e guida della nostra azione sono i sette Principi Fondamentali del Movimento Internazionale di Croce Rossa, che ne costituiscono lo spirito e l’etica.

"L'ordinamento del Comitato si ispira al principio di democrazia ed elettività delle cariche associative, nonché ai criteri di efficacia, efficienza ed economicità" (Statuto della Croce Rossa di Sassoferrato)

La Croce Rossa di Sassoferrato è un’associazione di diritto privato senza scopo di lucro riconosciuta come “Organizzazione di Volontariato” (ODV) ai sensi del Codice del Terzo settore.

Il modello organizzativo dell’Associazione è basato sulla distinzione tra funzioni di governance (di competenza del Consiglio Direttivo) e di management (di competenza della struttura di gestione, che include lo staff, i responsabili/delegati d’area e i referenti di attività, cui è affidata la supervisione e conduzione operativa), ferme restando le competenze dell’Assemblea dei Soci, del Consiglio Direttivo e del Presidente previste dallo statuto.

La struttura organizzativa è quindi composta dal Consiglio Direttivo, dal Presidente (membro del Consiglio Direttivo), dagli organi statutari dell’Associazione, e da quattro Aree organizzative, cui afferiscono risorse di staff e referenti di attività e progetto. Inoltre, allo scopo di supportare il Consiglio Direttivo e la Presidenza nell’implementazione della strategia e nello sviluppo delle relazioni esterne, è prevista la figura del Segretario dell’Associazione.

Per effetto del modello organizzativo adottato e delle deleghe conferite, al Consiglio Direttivo sono affidate, oltre alla responsabilità ultima per l’operato delle Aree nei confronti dell’Assemblea dei Soci, le seguenti funzioni:

  • monitoraggio circa il perseguimento delle strategie della Croce Rossa Italiana e dell’Associazione e degli obiettivi prefissati;
  • supervisione delle attività dell’Associazione sotto il profilo strategico e di coerenza con la mission;
  • ascolto e intermediazione di istanze provenienti dal territorio o dalla base associativa in relazione alle strategie della Croce Rossa Italiana e dell’Associazione.

 

La struttura – cui è affidata, sotto il coordinamento del Consiglio Direttivo, la gestione corrente e ordinaria delle attività della Croce Rossa di Milano approvate dal Consiglio Direttivo – è organizzata nelle seguenti aree operative.

La nostra forza le persone

Volontari e operatori CRI

“Ovunque, per chiunque”

I volontari e gli operatori della Croce Rossa sono uomini e donne che scelgono di impiegare il proprio tempo e le proprie competenze per migliorare la qualità di vita di altre persone.

Possono diventare Volontari CRI tutti i cittadini italiani, i cittadini comunitari e i cittadini non comunitari in regola con i permessi previsti, che abbiano almeno 14 anni. Per diventare Volontario occorre frequentare un apposito corso di formazione, la domanda di iscrizione al corso va presentata online sul gestionale di Croce Rossa Italiana (GAIA). Il corso di formazione è finalizzato all’apprendimento delle responsabilità del Volontario e alla conoscenza delle attività svolte dalla Croce Rossa Italiana in ambito locale, nazionale e internazionale. In seguito si potrà avere accesso agli ulteriori corsi di formazione specialistici previsti dalle aree di attività della Croce Rossa Italiana.

Oltre ai volontari, l’associazione dispone anche di risorse dipendenti che garantiscono la continuità dei servizi e delle convenzioni, nonché l’espletamento delle pratiche burocratiche e amministrative dietro le attività. Lavorare per la Croce Rossa vuol dire scegliere di contribuire con la propria professionalità al raggiungimento di concreti obiettivi umanitari.

Infermiere Volontarie CRI

“Ama, conforta, lavora, salva”

Le Infermiere Volontarie vengono impiegate in missioni umanitarie in Italia e all’estero sia in tempo di pace che di guerra, per il portare aiuto e conforto ai feriti in caso di conflitto.

Le Infermiere Volontarie di Sassoferrato prestano la loro opera negli ospedali militari e civili, così come negli ambulatori di Croce Rossa. Seguono le attività socio-sanitarie del Comitato, sono presenti sulle ambulanze per servizi ordinari e di emergenza e non, e nelle manifestazioni e grandi eventi organizzati sul territorio. Concorrono alla diffusione del Diritto Internazionale Umanitario e alla formazione di soggetti privati e istituzionali. Fanno parte di del personale mobilitabile della Protezione Civile e delle Forze Armate.

Corpo Militare CRI

“Inter arma caritas”

Per attività in tempo di pace, di emergenza, di conflitto o di crisi internazionale, la Croce Rossa di Sassoferrato dispone di un Corpo Militare Volontario, ausiliario delle Forze Armate.

È composto da personale in congedo che può essere richiamato in servizio in Italia e all’estero. Il Corpo Militare comprende al suo interno risorse altamente specializzate che operano in numerosi scenari di intervento e sono impegnate in iniziative di addestramento e didattiche, oltre che in attività di supporto e volontariato. Svolgono operazioni di soccorso in emergenza, biocontenimento, assistenza sanitaria all’Esercito in attività o durante cerimonie militari, corsi di formazione e di divulgazione del Diritto Internazionale Umanitario e assistenza sanitaria alle Forze armate e di polizia nei poligoni di tiro e nel disinnesco ordigni EOD.

Nel corso del 2022, le volontarie e i volontari della Croce Rossa di Sassoferrato hanno garantito 45.590 ore di servizio.

La nostra organizzazione

Assemblea dei Soci

L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano costituito da tutti i Soci volontari del Comitato di Sassoferrato.

L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano costituito da tutti i Soci volontari che elegge il Presidente ed i membri del Consiglio Direttivo. L’Assemblea dei soci: approva le linee generali di sviluppo dell’attività del Comitato, il bilancio di previsione redatto per il raggiungimento di tali obiettivi nonché la relazione annuale delle attività ed il bilancio annuale e nomina il revisore dei conti.

Consiglio direttivo 

Il Consiglio Direttivo è composto dal Presidente, che lo presiede, da un Vice Presidente e da tre Consiglieri.

Il Consiglio Direttivo è composto dal Presidente, che lo presiede, da un Vice Presidente e da tre Consiglieri. Delibera in merito ai programmi ed ai piani di attività e indica le priorità e gli obiettivi strategici del Comitato, in coerenza con quanto disposto dall’Assemblea dei Soci. Predispone la carta dei servizi, il piano delle attività e delle conseguenti iniziative formative, il bilancio di previsione redatto per il raggiungimento di tali obiettivi, nonché la relazione annuale delle attività ed il bilancio annuale. Coordina, anche per il tramite di delegati e referenti di progetto, le attività del Comitato e ne verifica la rispondenza alle esigenze locali ed alla programmazione nazionale e regionale. Al verificarsi dei presupposti di legge, nomina l’Organo di controllo di cui all’articolo 30 del Codice del Terzo Settore. Il Consiglio Direttivo rimane in carica quattro anni.

Il Presidente è designato all’interno dei Membri del Consiglio Direttivo, rappresenta la Croce Rossa Italiana nell’ambito territoriale del Comitato, rappresenta tutti i Soci del Comitato; cura in via esclusiva, salvo delega, i rapporti con le autorità locali e con gli altri enti ed associazioni esterni. Esercita funzioni di rappresentanza legale e sottoscrive gli atti fondamentali e di spesa del Comitato, partecipa e rappresenta il Comitato alle Assemblee Regionali e Nazionali dell’Associazione della Croce Rossa Italiana. Il Presidente rimane in carica quattro anni e può essere rieletto una sola volta consecutivamente.

Revisore e Organo di controllo

Vigiliano rispettivamente sulla corretta gestione finanziaria e sull’osservanza della legge e dello Statuto.

Il Revisore dei conti è nominato dall’Assemblea dei soci. Vigila sulla corretta gestione finanziaria dell’Associazione, accerta la regolare tenuta delle scritture contabili, esamina le proposte di bilancio preventivo e di conto consuntivo ed effettua le verifiche di cassa.

Consiglio direttivo

Presidente
Tiziana Mancini

L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano costituito da tutti i Soci volontari che elegge il Presidente ed i membri del Consiglio Direttivo. L’Assemblea dei soci: approva le linee generali di sviluppo dell’attività del Comitato, il bilancio di previsione redatto per il raggiungimento di tali obiettivi nonché la relazione annuale delle attività ed il bilancio annuale e nomina il revisore dei conti.

Consigliere

 Stefano Pieri

L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano costituito da tutti i Soci volontari che elegge il Presidente ed i membri del Consiglio Direttivo. L’Assemblea dei soci: approva le linee generali di sviluppo dell’attività del Comitato, il bilancio di previsione redatto per il raggiungimento di tali obiettivi nonché la relazione annuale delle attività ed il bilancio annuale e nomina il revisore dei conti.

Consigliere
Maria Luisa Turchi

L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano costituito da tutti i Soci volontari che elegge il Presidente ed i membri del Consiglio Direttivo. L’Assemblea dei soci: approva le linee generali di sviluppo dell’attività del Comitato, il bilancio di previsione redatto per il raggiungimento di tali obiettivi nonché la relazione annuale delle attività ed il bilancio annuale e nomina il revisore dei conti.

Consigliere
Simone Gobbi

L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano costituito da tutti i Soci volontari che elegge il Presidente ed i membri del Consiglio Direttivo. L’Assemblea dei soci: approva le linee generali di sviluppo dell’attività del Comitato, il bilancio di previsione redatto per il raggiungimento di tali obiettivi nonché la relazione annuale delle attività ed il bilancio annuale e nomina il revisore dei conti.

Consigliere Giovani
Valerio Vennarucci

L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano costituito da tutti i Soci volontari che elegge il Presidente ed i membri del Consiglio Direttivo. L’Assemblea dei soci: approva le linee generali di sviluppo dell’attività del Comitato, il bilancio di previsione redatto per il raggiungimento di tali obiettivi nonché la relazione annuale delle attività ed il bilancio annuale e nomina il revisore dei conti.